Cannoli siciliani

On air: "Dentro gli occhi" Roberto Vecchioni


L'ispirazione è qualcosa che non può essere prevista, arriva di notte spesso, si infila nella nostra mente come un'ombra e spesso ti spinge a stare sveglio e a pensare, poi però bisogna fissarla l'ispirazione altrimenti va' via con la stessa facilità con cui è arrivata.



E così spesso mi tocca svegliarmi accendere la torcia del telefono e mettermi a scrivere frasi e parole che il giorno dopo mi permetteranno di ricostruire almeno in parte quel momento di illuminazione.
Da questi piccoli appunti spesso nascono le mie poesie, piccoli componimenti che mi aiutano, insieme alla cucina, a liberarmi dai molti pensieri che affollano le mie giornate. 

Qualche giorno fa guardando il video sopra ho avuto voglia di mettermi a lavoro e come la signorina Clara offrire il frutto del mio lavoro a chi ho di più caro. Quella è stata allora la mia ispirazione, il frutto del mio lavoro è stata la mia poesia materiale, una poesia che ho offerto agli altri come segno del mio affetto.

Ingredienti:

250 g di farina "00"

30 g di aceto di vino bianco

30 g di marsala

30 g di zucchero semolato

50 g di strutto

1 cucchiaino di cannella in polvere

5 g di cacao amaro

1 uovo

olio di arachidi per friggere


Per la farcia:

700 g di ricotta di pecora (ma potete anche usare metà dose di ricotta di mucca)

250 g di zucchero semolato

gocce di cioccolato fondente a piacere


Iniziamo preparando la farcia: unite lo zucchero alla ricotta mescolandoli per bene, coprite con un foglio di pellicola e riponete il tutto in frigo per almeno quattro ore, così che lo zucchero abbia il tempo di sciogliersi.
Intanto dedicatevi all'impasto delle cialde: in una ciotola setacciate le polveri e iniziate a impastare con l'uovo e lo strutto, unendo pian piano i liquidi fin quando non avrete ottenuto un impasto morbido ma sodo. Avvolgete l'impasto con la pellicola e fatela riposare in frigorifero per almeno un'ora.
Dopo un'ora di riposo iniziate a stendere l'impasto con una macchinetta per tirare la pasta fino allo spessore di 1-2 mm e tagliate le forme con un coppa-pasta di 9 cm di diametro e poi allungatele leggermente per renderle ovali, a questo punto scaldate l'olio e iniziate ad avvolgere le sfoglie intorno alle forme per i cannoli saldandoli con dell'albume d'olio, friggetele per un minuto o due nell'olio a 170 °C e mettetele a scolare su un foglio di cara assorbente.
Terminata la frittura passate la ricotta in un setaccio a maglie fini e unite le gocce di cioccolato. Farcite i cannoli solo al momento di servirli per evitare che le cialde perdano la loro croccantezza e spolverizzateli con lo zucchero a velo.




Commenti