sabato 29 agosto 2015

Avanguardie autunnali

Il caldo ancora batte sulla mia valle e infuoca le pietre dei muretti a secco, il fieno è ormai stato raccolto e l'uva già comincia a impreziosire le vigne con i suoi acini dorati, nei campi le erbe spontanee cominciano a fare capolino grazie alle piogge dei giorni precedenti e non resta che raccoglierle e trasformarle in pura poesia.


Poesia povera, quasi crepuscolare, dedita alle piccole cose, quelle quasi dimenticate, ma che ancora ci possono regalare grandi emozioni.



Il minestrone di verdure di campo e ceci era il piatto che spesso trovavo dalla mia bisnonna a fine estate e spesso era accompagnato da una pasta fresca fatta con acqua e farina e diventava allora uno stupendo piatto unico pronto a dare ristoro e forza a due vispi bambini che non si fermavano neanche per respirare.


Ricetta per 4 persone:


300 g di ceci cotti con la loro acqua 

200 g di bietole

200 g di cicoria 

1 cipolla

1 carota

1 costa di sedano

2 foglie di alloro

1 peperoncino

olio e.v.o

sale e pepe

croste di parmigiano (opzionali)


Per la pasta:

300 g di farina di semola

150 g di acqua

1 cucchiaio di olio e.v.o


Su di un piano formate la fontana con la farina, versate l'acqua e l'olio e impastate per almeno 10' formando un panetto che metterete a riposare per dieci minuti avvolto in pellicola per alimenti.
Passati i dieci minuti prendete dei pezzi di impasto e formate dei cordoncini il più possibile sottili e tagliateli a tocchetti molto piccoli che metterete su di un vassoio a riposare e a seccare.
Pulite e lavate in abbondante acqua le bietole, fate lo stesso per la cicoria che però lesserete 15-20' minuti in acqua salata per togliere l'eventuale sapore troppo amaro.
Intanto tritate finissimamente la cipolla, il sedano, la carota e il peperoncino e fateli soffriggere a fiamma bassa per dieci minuti, aggiungete i ceci con la loro acqua, l'alloro, le bietole e la cicoria tagliate molto grossolanamente, mettete le croste di parmigiano, salate, pepate, portate a bollore e abbassate poi la fiamma facendo cuocere per almeno 30'.
Buttate poi la pasta e non appena l'acqua riprende il bollore spegnete e coprite con un coperchio (così la pasta non scuocerà), mentre se usate pasta secca portatela a metà cottura.
Fate riposare per almeno mezz'ora e servite con un giro d'olio e.v.o a crudo.








Nessun commento:

Posta un commento