Pennette con zucchine e pangrattato


Direte voi "E ci vuole tanto a fare la pasta con le zucchine?" e io vi risponderei "Beh in realtà non molto" ma oggi volevo condividere questa mia variante con voi. Di solito, quando sto a casa mia, in campagna, ed ho una cucina all'aperto le zucchine le friggo dopo averle tagliate a rondelle, una volta fritte le asciugo dall'olio in eccesso e poi ci condisco la pasta.
Ma qui a Milano non mi azzardo a friggere altrimenti non potrei entrare in casa per mesi
e quindi ho dovuto risolvere il problema in un modo da rendere comunque gustosa la riuscita del piatto.

85 g di pennette rigate

100 g di zucchine romane

12 foglie di basilico

1 spicchio d'aglio

1 cucchiaio di olio e.v.o più un po'

2 cucchiai di pangrattato

sale e pepe

Mettete sul fuoco in una pentola abbondante acqua e portatela a bollore. Lavate e pulite le zucchine, poi tagliatele in quarti e successivamente a cubetti. In una padella antiaderente fate rosolare lo spicchio d'aglio intero con il cucchiaio di olio e.v.o., quando sarà ben dorato toglietelo, versate le zucchine e fatele cuocere a fuoco vivace, con una bella spruzzata di sale e di pepe, per almeno dieci minuti. A questo punto salate l'acqua e buttate la pasta. In un altro padellino versate appena un cucchiaino d'olio e.v.o e i due cucchiai di pangrattato, mettetelo sulla fiamma e fatelo tostare per qualche minuto. Quando la pasta sarà al dente toglietela dall'acqua e versatela nella padella con le zucchine e terminate la cottura con due mestoli di acqua di cottura della pasta stessa, durante la mantecatura spezzate a mano le foglie di basilico e aggiungetele alla pasta, quando il fondo si sarà ristretto e sarà diventato cremoso impiattate e completate con una bella spolverata di pangrattato precedentemente tostato e se volete un'altra bella macinata di pepe.



Commenti