sabato 6 giugno 2015

Conchiglie senza perla, ma ugualmente preziose!



Oggi, prendendomi una piccola pausa dallo studio, ho deciso di mettermi ad impastare nonostante l'afa che avvolge Milano. E avendo della farina di semola e non avendo uova, ho avuto l'idea di provare a fare le orecchiette (la forma non è venuta un gran che, era la prima volta che le facevo ma l'impasto era eccezionale). Le ho poi condite con un sughetto di pomodorini datterini, aglio e l'immancabile basilico fatto in meno di un quarto d'ora.

250 gr di farina di semola

150 gr di acqua 

1 cucchiaio di olio e.v.o.

In una ciotola, o su di una spianatoia la farina, versare parte dell'acqua e cominciare ad impastare, incorporare poi l'acqua rimanente e il cucchiaio d'olio. Continuare ad impastare energicamente fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo che farete riposare 10-15 minuti o avvolta da pellicola o in un sacchetto per alimenti, ciò permetterà all'impasto di diventare elastico. Trascorso questo tempo prendete un pezzo di pasta e formate una striscia non troppo sottile e dividetela in tocchetti larghi circa un 1 cm.
Poi con un coltello dalla punta arrotondata trascinate i pezzetti di pasta sul vostro piano da lavoro in modo che la pasta si curvi e assuma la forma di una conchiglia. A questo punto appoggiate le vostre orecchiette su dei vassoi o su dei piatti accuratamente infarinati e aspettate che si asciughino. Potrete conservale in frigo per 3 o 4 giorni, o in freezer dopo averle fatte congelare ben distanziate su un vassoio e messe in un sacchetto per un paio di mesi.Buon appetito e speriamo che vi riescano bene!



Nessun commento:

Posta un commento