Melanzane ripiene o melanzane a barchetta


A volte è necessario tornare indietro con la memoria per far diminuire la nostalgia, decido allora di dedicarmi alla cucina con calma e passione. Faccio un respiro ed esploro i miei ricordi, oggi mi sono ricordato di questa splendida ricetta che mia nonna prepara sempre d'estate ogni qual volta fa il pane.
Ed è il classico piatto buono caldo, ma che freddo diventa la fine del mondo.

4 melanzana abbastanza grand1
6 pomodori ramati ben sodi e maturi
1 cipolla
1 ciuffo di prezzemolo
12 foglie di basilico
100 gr di grana o parmigiano grattugiati (a piacimento)
pangrattato, olio e.v.o., sale, pepe e origano q.b.

La sera prima svuotare le melanzane e tagliate la loro polpa a cubetti, una volta terminato questo lavoro, mettete le melanzane svuotate e la loro polpa a bagno in acqua e sale, in cui le terrete a bagno per almeno una decina d’ore, e poi riponetele in frigorifero. Il giorno dopo, o la sera (dipende quando le avete tagliate) scolatele e strizzatele, sia i dadini che le bucce svuotate. Dopo di ciò prendete i pomodori, svuotateli dei loro semi e fateli a dadini, poi tritate la cipolla ed il prezzemolo e mettete tutto in una ciotola insieme ai dadini di melanzana, olio e.v.o., poi salate, pepate e profumate con una bella manciata di origano e se vi piace mettete il parmigiano. Mischiate tutto e riempite i vostri contenitori fatti con le bucce di melanzana. Ungete una teglia con dell’olio e disponetevi le vostre melanzane su cui cospargerete del pangrattato, mettete un altro filo d’olio e infornate a 180°C per circa un’ora e mezza, o fin quando le bucce di melanzana non cominceranno a diventare marroncine. Buone tiepide ma perfette anche il giorno dopo.

Commenti